L’urtima palla – Canzoni Romane

 

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

L’urtima palla – Canzoni Romane

Gigi ProiettiAlvaro Amici

Vecchio nun piagne che er pane ce l’hai
c’hai la pensione e du’ sordi da parte
Li fiji ormai ce l’hai sistemati
si nu’ li vedi è che c’hanno da fa’
Viè qua, bevemo, stavorta offro io
vojo fa’ ‘n brindisi all’anni che c’hai
tiello sempre in arto più in arto ‘sto bicchiere
a la salute e nun ce pensà
E la vita è ‘n’osteria
si ce pensi è ‘na bottega
poi se chiude e così sia
E la vita è come er vino
più lo bevi e più te frega
t’ambriachi è na poesia
Ma che te piagni possibile mai
nun te dai pace che devi sta’ solo
poi nun è vero, noi semo già in due
e se po’ esse tant’artri de più
lo vedi er sole che graffia li vetri
un regazzino se mette a cantà
vecchio nun piagne sinnò nu’lo vedi
è un giorno bono pe’ ricomincia
E la vita è ‘n’osteria
si ce pensi è ‘na bottega
poi se chiude e così sia
E la vita è come er vino
più lo bevi e più te frega
t’ambriachi è ‘na poesia

 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here