Madonna dell’Angeli – Canzone romana

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Madonna dell’Angeli – Canzoni Romane

(Micheli – Rossi)
Alvaro AmiciLando Fiorini

Madonna mia dell’angeli,
in quella chiesa avanti Piazza Termini
m’avete visto alegro ‘na matina
ch’io me sposai co’ Nina.
Era d’ottobre e dentro ar core mio
c’era ‘na febbre de baci ardenti
e de felicità.
E su tra mezzo all’angeli
che v’arzano su in cielo a Voi, o Maria,
me vidi benedimme da quell’angelo
de mamma mia.

Li primi mesi passeno
e le speranze come rose sbocciano,
‘na mano sfiora nastri, tela e lino:
prepara ‘n coredino.
Era d’ottobre e dentro ar core mio
c’era ‘na febbre de baci ardenti
e de felicità.
E su tra mezzo all’angeli
che v’arzano, o Madonna, insino a Dio,
vedevo ride bello come ‘n angelo
er pupo mio.

E’ stato come ‘n furmine,
er pupo nun c’è più, vota la culla,
strappate er nastro bianco dalla porta,
ché pure Nina è morta.
Triste dicembre
sur core mio ce so’ calate l’ombre,
ci ho tutto gelo intorno
e fo pietà.
Ma su tra mezzo all’angeli
ne vedo volà due co’ Voi, o Maria,
pe’ carità ridateme quell’angeli,
Madonna mia.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here