Maria Maddalena – Antonello Venditti

Foto Virginia Farneti / LaPresse 20-06-2009 Roma Spettacolo Concerto Corale per il popolo d'Abruzzo Nella foto Antonello Venditti Photo Virginia Farneti/Lapresse 20-06-2009 Rome Entertainment Concert of Corale per il popolo d'Abruzzo In the photo Antonello Venditti

 

Album

È contenuto nei seguenti album:

1976 Ullalla
1977 Cronache

Testo Della Canzone

Maria Maddalena – Antonello Venditti

Questa è la storia
di Maria Maddalena
perduta e innocente
maledetta per sempre dal padre
aveva dodici anni
e conosceva l’amore
tra le spine e gli stracci
dell’uomo che passava accanto.

Due monete d’oro
e un tappeto di foglie d’autunno
per lei nelle braccia del bosco
troppe mani aggrappate
al suo tenero tenero cuore
ed una la ferì
proprio mentre l’amava
con l’amore dolce
di un re che fuggiva via.

“Dimmi di chi sei,
quale strada perduta
conosce il tuo amore
oh Maria Maddalena,
un destino cattivo
mi porta lontano da te
tra gli insulti e i dolori
di una città da ammazzare
per amore, sì per amore,
è difficile spiegare”.

“lo ti seguirò
benedetta per sempre
nel nome dell’uomo io ti salverò
con la forza del mio giovane amore
e quando tu sarai braccato
nel tuo lungo cammino mi troverai,
se lo vuoi, sulla strada”.

Con le manette strette ai polsi
in mezzo ai ladri ed assassini
lo portavano via lungo i viali di Milano,
i mitra pronti di cento agenti di polizia
e i benpensanti «che succede la rivoluzione?

Oh, no è soltanto un operaio,
uno straccione che dormiva
di nascosto alla stazione
quella ,bambina a seno nudo
che lo segue con lo sguardo
ma che puttana, non si vergogna
di mostrare il proprio corpo
ma dove andremo a finire!

E i loro amici,
guarda che desolazione
solo violenza, droga, sesso,
ma che razza di generazione!”

“Dimmi di chi sei,
quale strada perduta
conosce il tuo amore
oh Maria Maddalena,
un destino cattivo
mi porta lontano da te
tra gli insulti e i dolori
di una città da ammazzare
per amore, si per amore, per amore.

 
[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

     
             FA-              LA- SOL
Questa è la storia di Maria Maddalena
             RE-    FA                 LA-
perduta e innocente maledetta per sempre 
                            SOL
per sempre per sempre dal padre
             FA-    MI-          FA
aveva dodici anni e conosceva l'amore
                      DO         FA
fra le spine e gli stralci dell'uomo
    LA-       SOL               RE-
che passava tanto due monete d'oro
       FA                 MI-
e un tappeto di foglie d'autunno
              SOL                    RE-
d'autunno per lei nelle braccia del bosco
       FA                    LA-              SOL
troppe mani aggrappate al suo tenero tenero cuore 
           FA   MI-              FA
e una la ferì proprio mentre guardava
      FA       DO       FA       LA-    SOL
con l'amore dolce di un re che fuggiva via
          RE-         FA              MI-
Dimmi chi sei quale strada perduta conosce
                SOL              RE-
conosce il tuo amore o Maria Maddalena
    FA                 MI-             SOL
un destino cattivo mi porta lontano da te
                     FA
tra gli insulti e i dolori
MI-                FA               DO       FA
di una città da ammazzare per amore sì, per amor.
     MI-         SOL
E' difficile spiegare
         RE-      FA                    MI-
io ti seguir• benedetta per sempre nel nome
               SOL         RE-
nel nome dell'uomo e ti salver•.
        FA                   MI-
con la forza del mio giovane giovane giovane cuore
             FA    MI-                     FA
e quando tu sarai braccata nel tuo lungo cammino
        DO           FA          SOL
mi ritroverai se lo vuoi sulla strada
         RE-
con le manette strette ai polsi
            FA
in mezzo a ladri ed assassini.
       DO       SOL       RE-
La portarono via lungo i viali di Milano
             FA                    DO       SOL
i miti affronti di cento agenti di polizia
        MI-   FA                   SOL
e ben pensare che succede la rivoluzione
          MI-
e non soltanto un operaio
        FA                                     SOL
uno straccione che dormiva di nascosto alla stazione
          RE-                        FA
Quella bambina a seno nudo che la segue con lo sguardo
     DO        SOL
ma che puttana.
         RE-                            FA
Non si vergogna di mostrare il proprio corpo
  FA             DO       SOL
ma dove andremo a finire
         MI-         FA                  SOL
e i loro amici guarda, guarda che desolazione
       MI-                 FA                    SOL
solo violenza droga e sesso, ma che razza di generazione.
          RE-         FA              MI-
Dimmi chi sei quale strada perduta conosce
                SOL              RE-
conosce il tuo amore o Maria Maddalena
    FA                 MI-             SOL
un destino cattivo mi porta lontano da te
                     FA
tra gli insulti e i dolori
MI-                FA               DO       FA
di una città da ammazzare per amore sì, per amor.
     SOL           SOL
Per amore sì, per amore ...



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here