Mediterraneo – Nomadi

The music band Nomadi on a terrace. From left, Umberto Maggi, Augusto Daolio, Beppe Carletti, Paolo Lancellotti, Chris Dennis. Asiago (VI), Italy, 1974.

Introduzione

Indice

Album

È contenuto nei seguenti album:

1998 Una storia da raccontare

Testo Della Canzone

Mediterraneo – Nomadi di Nomadi

Se tu sei serena con lui,

non lo tradire mai,

questo enorme spirito d’acqua,

che illumina i marinai,

dove il mare annuncia roccia,

e la roccia annuncia altro mare,

quella roccia è soltanto un’isola,

dove poter sostare,

popolazioni millenarie,

son passate di qua,

sopra un cargo, a difendere,

la loro dignità,

ed il signore, di pelle scura,

Principe dei Bordoni

ha ancora addosso, sull’armatura,

l’odore dei limoni,

l’odore dei limoni,

Mediterraneo, Mediterraneo,

Mediterraneo, Mediterraneo.

Se sarai fedele a lui,

lui ti accompagnerà,

lungo il corso della tua vita,

tra penisole e città,

tra la gioia e la sconfitta,

la vittoria ed il dolore

il tuo corpo avrà il suo fascino

la tua pelle porterà il suo odore,

e su da Tangheri, a Gibilterra,

tra i continenti, il mare,

e l’Atlantico, falso ed immobile,

si sogna di rubare

e quante storie celano i porti,

dietro alle case bianche,

di pescatori, di fibra dura,

quasi in odore d’Oriente,

quasi in odore d’Oriente…

Mediterraneo, Mediterraneo,

Mediterraneo, Mediterraneo,

Mediterraneo, Mediterraneo,

Mediterraneo, Mediterraneo.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here