Mi fa male il mondo (Iª parte) – Giorgio Gaber

Album

È contenuto nei seguenti album:

1994 E pensare che c’era il pensiero
1995 E pensare che c’era il pensiero

Testo Della Canzone

Mi fa male il mondo (Iª parte) – Giorgio Gaber

di GaberLuporini

Mi fa male il mondo, mi fa male il mondo.
Mi fa male il mondo, mi fa male il mondo.

Mi fa male più che altro credere
che sia un destino oppure una condanna
che non esista il segno di un rimedio in un solo individuo
che sia uomo o donna.

Mi fa male il mondo, mi fa male il mondo.

Mi fa male più che altro ammettere
che siamo tutti uomini normali
con l’illusione di partecipare senza mai capire
quanto siamo soli.

Mi fa male il mondo, mi fa male il mondo.

È un malessere che abbiamo dentro
è l’origine dei nostri disagi
un dolore di cui non si muore
che piano piano ci rende più tristi e malvagi.

Mi fa male il mondo, mi fa male il mondo.
Mi fa male il mondo, mi fa male il mondo.
Mi fa male, mi fa male, mi fa male…

Mi fa bene comunque credere
che la fiducia non sia mai scomparsa
e che d’un tratto ci svegli un bel sogno e rinasca il bisogno
di una vita diversa.

Mi fa male il mondo, mi fa male il mondo.

Mi fa bene comunque illudermi
che la risposta sia un rifiuto vero
che lo sfogo dell’intolleranza prenda consistenza
e ridiventi un coro.

Mi fa male il mondo, mi fa male il mondo.

Ma la rabbia che portiamo addosso
è la prova che non siamo annientati
da un destino così disumano
che non possiamo lasciare ai figli e ai nipoti.

Mi fa male il mondo, mi fa male il mondo.
Mi fa male il mondo, mi fa male il mondo.
Mi fa male, mi fa male, mi fa male…

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here