No/Way – Zoda

No/Way – Zoda canzone pubblicata per la prima volta nell’anno 2016

Testo della canzone: No/Way – Zoda

In fondo al testo trovate il video della canzone

No/Way – Zoda Testo:

[Introduzione]
«Qui c’è il contratto, tutto quello che ho detto e il resto è qua»
«Lo leggerò.»
«A tuo comodo!»
«Pertanto in quanto il primo contraente dà al secondo contraente e ai suoi soci piena facoltà di usarlo a loro piacere e altresì di spedirlo, ritirarlo, trasportare lui e ciò che gli appartiene compresi corpo, anima, carne, sangue o peni…
Che significa?»
«Ah, quella è una clausola per i trasporti.»

[Verso 1 – Zoda]
Imparate a dire di no
Hai scritto ricambi? No!
Spero che cambi…No!
E nel frattempo che provate coltivo il mio spazio indoor (Yolown!)
Lotto per la libertà in casa
Contro finti Dei
I vostri affari non sono più fatti miei
Vorrei vederli e non sentirli
Spegnervi e smentirvi
Perché parlando di profitti ho capito che approfitti!
Cosa fate? Per sentito dire odiate
Ma se vi sentite odiare dite “avete udito male”
Continui a guardarmi come se fossi niente
Continui a camminare come se niente fosse
No con il viso per chi delusione mi ha inciso
Ho condiviso le mie ore con chi mi voleva ucciso
Ha fallito! Non sono resuscitato
Come quelli che fanno polemica in pubblico per scusarsi in privato

[Verso 2 – King OM]
Guarda un po’ chi c’è stasera, cambia l’atmosfera, magia nera
Scrivo il futuro con la mia penna a sfera
Progetto la vendetta che questa musica spera
Ma alla tua stupida scena taglio gole, ultima cena
Se penso al passato resto incastrato
Lascio chi mi ha infangato fermo impalato
Cambio forma, opinione ma non cambio missione
Sono dimagrito per quanto ho corso dietro alle persone
Spero in una via d’uscita, se la vedi avvisa
Sì ma…
Fallo prima che la mia pazienza si uccida
Vi lascio alla vostra monotonia
Chiudo gli occhi e volo via
Richiamami quando non ci sarà più il razzismo e l’omofobia
E una malattia quella di giudicare e basta, non è che se punti il dito tutto passa
Qui chi regna è solo l’ignoranza
Meno male che mi distinguo dalla massa
Ma che mi arrabbio a fare?
La punizione migliore è starsene zitti e continuare a farli sbagliare.

[Gancio X2 – Scarlxrd]
I feel closed in this cage
If I do not forget yesterday
I’m trying to throw it out of my mind

So closed in this cage
Cause I cannot forget yesterday
I’m trying to throw it out of my mind.

[Traduzione del Gancio]
Mi sento chiuso in questa gabbia
Se non dimentico ieri
Sto cercando di buttarlo fuori dalla mia mente

Così chiuso in questa gabbia
Perché non posso dimenticare ieri
Sto cercando di buttarlo fuori dalla mia mente

[Verso 3 – Zoda & King OM]
Ho perso ciò che volevo salvare ed è stata la vera salvezza
Non mi ha oppresso, ho espresso il meglio dalla mia tristezza
Sono sommerso dal dolore ma so che la via è questa
E non smetto
Da solo mi concentro fino a che non mi esplode la testa
Vogliono tutto e subito sopraffatti dall’orgoglio
Ma poi restano al buio, finisce tutto in un secondo
Rimangono pieni di forse, di dubbi, mezze risposte
Basta fare corse per persone non corrisposte
E se…
E se fosse tutto un sogno?
Non mi resta che inseguirlo
Ma questa è la realtà e ne paghi il conto
Svegliati, come fai a non capirlo?
Nascono tutti uguali con il timbro
Ora prova a smentirlo
Mi sento in equilibrio, scomodo sopra uno spillo
E non mi abbatto perché… ogni mio strillo
Non sarà vano finché ci sarà qualcuno a concepirlo.

[Gancio – Scarlxrd]
I feel closed in the cage
If I do not forget yesterday
I’ve tried to throw it out of my mind

I feel closed in the cage
If I do not forget yesterday
But I know this is my way.

[Traduzione del Gancio]
Mi sento chiuso in questa gabbia
Se non dimentico ieri
Ho cercato di buttarlo fuori dalla mia mente

Mi sento chiuso in questa gabbia
Se non riesco a dimenticare ieri
Ma so che questa è la mia strada

[Verso 4 – Zoda]
Ho dato troppo a chi non meritava niente
In mezzo a questa folla mi serve un salvagente
Guardano ogni mia cicatrice come se fossi un ladro
Ma non è la cornice a raccontare il quadro
Ogni mattina, fare colazione con la tensione
Chi mi guarda con attenzione e non usa la ragione
Chi mi dipinge come una persona cattiva perché
Non sa apprezzare il mio colore.

[Verso 5 – Zoda & King OM]
Credo nel mio cammino e non dico che il tuo è sbagliato
Se vedi me come nemico non posso essere tuo alleato
Per quanto sono abituato ormai ho lo sguardo congelato
Per tutto l’odio che ho conservato prendo la corsa e vado
Ardo per ogni sguardo arrivato in ritardo
Volto a farmi pensare che sono cambiato
E invece ogni gradino è da scalare
Voglio soddisfare mia madre con tutto quello che mio padre non le ha saputo dare.

Video

Accordi



  

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here