Pensandoti

image_pdfCrea Pdfimage_printStampa

Album

È contenuto nei seguenti album:

2003 Caramella smog

Testo Della Canzone

Pensandoti di Samuele Bersani

mastichi le gioie
e ingoi i tuoi dispiaceri
per questo poi a casa non mangi mai
mastichi le gioie
e ingoi i tuoi dispiaceri
per questo poi a casa non mangi mai

si litiga per niente
ma il bello e’ che tu sai che fare pace
e’ meno divertente
si litiga per niente
ma il bello e’ che tu sai che fare pace
e’ meno divertente

costruiremo un bel castello
e poi lo sfasceremo
in seguito a un duello immaginario
costruiremo un bel castello
e poi lo sfasceremo
in seguito a un duello immaginario

saremo due turisti
col naso sempre in aria e le valigie
che aspettano in albergo
saremo due turisti
col naso sempre in aria e le valigie
che aspettano in albergo

sei una creatura di prima scelta
sopra il banco del reparto convenienza
sono io lo scatolone che
ti tiene verticale
sei una creatura di prima scelta
sopra il banco del reparto convenienza
sono io lo scatolone che
ti tiene verticale
e ti proteggo perche’ tu
non vada a male
e ti proteggo perche’ tu
non vada a male

non corrisponde al vero
la frase sopra il muro
perche’ hanno scritto questo
se non sanno niente di te
non corrisponde al vero
la frase sopra il muro
perche’ hanno scritto questo
se non sanno niente di te
ti piacciono i difetti
e ascolti il lato “b” dei dischi vecchi
che stendi sopra il letto
ti piacciono i difetti
e ascolti il lato “b” dei dischi vecchi
che stendi sopra il letto

sei una creatura di primavera
fuori intanto sta soffiando una bufera
un albero e’ caduto a pochi metri dai
fanali
sei una creatura di primavera
fuori intanto sta soffiando una bufera
un albero e’ caduto a pochi metri dai
fanali
ma non uscire io non voglio
che ti ammali
ma non uscire io non voglio
che ti ammali

sei una creatura di prima scelta
sopra il banco del reparto convenienza
sei una creatura di prima scelta
sopra il banco del reparto convenienza

sono io lo scatolone che
ti tiene verticale
e ti proteggo perche’ tu
non vada a male
sono io lo scatolone che
ti tiene verticale
e ti proteggo perche’ tu
non vada a male

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

     
-|STROFA|-

F		G/B
Mastichi le gioie
Am7		Em
ingoi i tuoi dispiaceri
F		G	C7+		G6  G
per questo poi a casa non mangi mai


F		G/B
Si litiga per niente
Am7		Em
ma il bello è che tu sai che fare
F		       G
pace è meno divertente


Costruiremo un bel castello
e poi lo sfasceremo
in seguito a un duello immaginario
Saremo due turisti
col naso sempre in aria
e le valigie che aspettano in albergo


-|RITORNELLO|-

C7+		Ddim		A7sus2
Sei una creatura di prima scelta
C7+		Am6/C		Bm7
sopra il banco del reparto convenienza
Bm7		E7		Bbm7            D#m7
Sono io lo scatolone che ti tiene verticale
G#m7		C#7			D#m
e ti proteggo perché tu non vada a male


-|STROFA|-

F		G/B
Non corrisponde al vero
Am7		Em
la frase sopra il muro
F				G
Perché hanno scritto questo
G		 C7+      G6  G
se non sanno niente di te?

F		G/B
Ti piacciono i difetti
Am7		Em
e ascolti il lato b dei dischi
F		                G
vecchi che stendi sopra il letto


-|RITORNELLO|-

C7+		Ddim		A7sus2
Sei una creatura di primavera
C7+		Am6/C		Bm7
fuori intanto sta soffiando una bufera
Bm7		E7		Bbm7            D#m7
un albero è caduto a pochi metri dai fanali
G#m7		C#7         F#7
ma non uscire io non voglio che ti ammali

B7+		C#dim		G#7sus2
Sei una creatura di prima scelta
B7+		G#m6/B		Bbm7
sopra il banco del reparto convenienza
Bbm7		D#7		Am7            Dm7
Sono io lo scatolone che ti tiene verticale
Gm7		C7              Dm
e ti proteggo perché tu non vada a male

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here