Pensavo fosse amore e invece… – Fedez

Pensavo fosse amore e invece… – Fedez canzone pubblicata per la prima volta nell’anno 2013

Sig. Brainwash – L’arte di accontentare Tutte le canzoni dell’album

Sig. Brainwash – L’arte di accontentare

Guarda la pagina artista di Fedez o naviga nella categoria Fedez

Testo della canzone: Pensavo fosse amore e invece… – Fedez

In fondo al testo trovate il video della canzone

Pensavo fosse amore e invece… – Fedez Testo:

(feat. Gué Pequeno)

(testo: Federico Lucia, Cosimo Fini – musica: Riccardo Garifo)

La prima volta che ti ho vista in quel locale tu eri in abito da sera

Così bella che a guardarti da lontano non sembravi vera

Tu scarpe con i tacchi, io Jordan col New Era

Sempre gli occhi su di te ma nascosti dalla visiera

Io faccio il sostenuto e accenno un timido saluto

Con la sigaretta in bocca perché fa uomo vissuto

Ti chiedo che ore sono e mentre tu guardi il quadrante

Noto sotto le mie ascelle un alone preoccupante

E mentre penso che devo comprarmi un nuovo deodorante

Mi da in mano un listino prezzi fresco di stampante

Io non sono molto esperto ma in un solo istante

Ho capito che non si trattava del menu del ristorante

Hai detto che mi amavi ma era solo un pretesto

Vorrei baciarti in bocca ma ora io non ci riesco

“Non ho da cambiare, non è che c’hai il resto?”

Pensavo fosse amore e invece eri una escort

Non devo preoccuparmi più di come mi vesto

Dai fammi un po’ di sconto tanto io faccio presto

Sei stata con Paolo, Giorgio, Franco e Francesco

Pensavo fosse amore e invece eri una escort

Ci sono delle strane macchie sopra il tuo letto

Sembra quasi che qualcuno ha rovesciato il sorbetto

Il tuo non è un salotto ma una sala d’aspetto

Io che pensavo fosse amore e invece eri una escort (Ecco)

Ecco partita da ragazza a immagine, tanto bella quanto fragile

E’ la storia difficile di una ragazza facile

I miei amici l’hanno detto ma io sono troppo ingenuo

“Oh, sei venuto con una escort?” “Ma no, una Panda Station Wagon”

Non so se mi rifiuti per i miei Gucci tarocchi

O perché il mio conto in banca non mi risalta agli occhi

Hai l’amica che t’accompagna, che fa la modella in Spagna

Ma a me sembra più un’indossatrice di passamontagna

E da quando guardo il mondo da quest’altra prospettiva

Anche il bar sotto casa non è più quello di prima

Mi sa che la barista arrotonda con le mance

Da quando uno è entrato e ha detto “Eh, mi fa un chinotto, grazie?”

Hai detto che mi amavi ma era solo un pretesto

Vorrei baciarti in bocca ma ora io non ci riesco

“Non ho da cambiare, non è che c’hai il resto?”

Pensavo fosse amore e invece eri una escort

Non devo preoccuparmi più di come mi vesto

Dai fammi un po’ di sconto tanto io faccio presto

Sei stata con Paolo, Giorgio, Franco e Francesco

Pensavo fosse amore e invece eri una escort

Chiamiamo le cose col loro nome

Non siete delle modelle, voi siete… sapete il noe

E no, non lavori in televisione

Non sono nato ieri, non puoi fregare il pappone

Hai visto più palle che Wimbledon

Ti ho sgamata, sei su rosa-rossa.com

Io ti ho liquidata, non torno indietro

Da un po’ che ti ho spruzzata come un Liquidator

Baby, non ti pago, non ti cago

Volevi un amore magico, vengo e sparisco come un mago

E vuoi fare un video? Beh, fammi un bel provino

Più guardo il tuo tipo e più penso, “Poverino”

Con quella macchina e tutte quelle scarpe

Non serve un genio a capire che baby, fai le marche

Parli in 500, foglio viola, darla al vento

Continua così che qua arrivi in Parlamento

Hai detto che mi amavi ma era solo un pretesto

Vorrei baciarti in bocca ma ora io non ci riesco

“Non ho da cambiare, non è che c’hai il resto?”

Pensavo fosse amore e invece eri una escort

Non devo preoccuparmi più di come mi vesto

Dai fammi un po’ di sconto tanto io faccio presto

Sei stata con Paolo, Giorgio, Franco e Francesco

Pensavo fosse amore e invece eri una escort

Accordi


Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here