Penziero fisso – Peppino De Filippo

Testo Della Poesia

Penziero fisso – Peppino De Filippo

Suonno, nun venì!
Nun voglio durmì.
Voglio sentere ancora
l’onne d’ ‘o mare
sciulià pe’ mmiez’ ‘e scoglie.
‘e Marechiaro
mò forte, mò chiano.
Me voglio ancora gudé
‘st’ addore ‘e gesummine
ca vene da ‘e ciardine
luntane e vicine.
Voglio ancora sentì
‘o suono ‘e ‘sti chitarre e manduline
ca scenne ‘a Villanova,
Pusilleco, ‘a Riviera
e se perde pe’ ll’aria profumata
‘e ‘sti sere d’està!
Suonno, nun venì!
Nun voglio durmì.
Voglio ancora guardà
‘sta luna ‘argiento
ca splenne luntano
‘mmiez’ ‘e stelle lucente
‘e ‘stu cielo napulitano!
Me voglio gudé ancora
‘a luce d’ ‘e lampare
addo’, sotto, ‘o mare
cagna culore
e se fa verde, comme a mattutino.
Voglio ancora sentì
tutte ‘e parole d’ammore
ca correno pe’ ll’aria
e scenneno ‘int’ ‘o core.
Suonno, nun venì!
Nun voglio durmì…
me metto paura ‘e murì!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here