Protagonista

Album

È contenuto nei seguenti album:

2000 Raccontami di te

Testo Della Canzone

Protagonista di Marco Masini

(Beppe DatiMasini)

Dopo tanti fallimenti
sono fiero di me stesso
dei pensieri piu’ violenti
che traboccano dal cesso
della mia colpa cristiana
forse sono un parassita
ma non faccio la puttana
sulla strada della vita
meglio un giorno da leone
che un generico ingranaggio
meglio essere aquilone
che un patetico pagliaccio
potrei fare il terrorista o un
mercenario strapagato
basta sia il protagonista
di quest’attimo presente
senza fiato
Dopo troppi sentimenti
odio tutte le persone
i vicini e anche i parenti
i barboni alla stazione
soprattutto certi topi
con i titoli di borsa
che hanno cuori come lupi
ed il culo in una morsa
meno male il mio interesse
per il mondo e’ relativo
non mi riempio di compresse
e per mantenermi vivo
metto il tempo in una busta
cancellando il prima e il dopo
perche’ da protagonista
e’ da anni che ormai vivo
senza scopo
Me ne frego se sono egoista
ma di notte ho paura di me
meglio essere un protagonista
che un fallito fantasma di se’
Dopo tanta sofferenza
ho trovato la mia pace
nella vera indifferenza
di un Nirvana in controluce
e’ un cadere a capo fitto
scomparire finalmente
da quest’incubo rifritto
della sfiga del perdente
Non si muore nella vita
quasi mai al momento giusto
ma non vorrei farla finita
prima di provarci gusto
forse sono un apprendista
ma lo ammetto mentre scopo
come il falco piu’ idealista
il mio cuore vola in alto
senza scopo
Me ne frego di quanto mi costa
ma ho un bagaglio di sogni con me
meglio essere un protagonista
che inseguire una gioia che non c’e’
me ne frego dei vostri miliardi
e’ lo schifo di questa realta’
ma sull’albero dei miei ricordi
cresce ancora il bisogno di me
della mia identita’.
Chiuso qui fra quattro mura
ricompongo la mia vita
correggendo la stesura
della sua commedia vuota
per riuscire a dire basta
ed amare prima o dopo
perche’ da protagonista
morirei senza uno scopo

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

   
G# Fm7 Cm D#


        G#                    Fm7
Dopo tanti fallimenti sono fiero di me stesso

          Cm                         D#
dei pensieri piu' violenti che traboccano dal cesso

         G#                       Fm7
della mia colpa cristiana forse sono un parassita

      Cm                           D#
ma non faccio la puttana sulla strada della vita

              C#                     A#m7
meglio un giorno da leone che un generico ingranaggio

         Fm                       D#
meglio essere aquilone che un patetico pagliaccio

         G#                           Fm7
potrei fare il terrorista o un mercenario strapagato

        C#6                          D#                     G#  Fm7 Cm D#
basta sia il protagonista di quest’attimo presente senza fiato         



         G#                    Fm7
Dopo troppi sentimenti odio tutte le persone

      Cm                          D#
i vicini e anche i parenti i barboni alla stazione

         G#                    Fm7
soprattutto certi topi con i titoli di borsa

             Cm                   D#
che hanno cuori come lupi ed il culo in una morsa

       C#                            A#m7
meno male il mio interesse per il mondo e' relativo

           Fm                        D#
non mi riempio di compresse e per mantenermi vivo

            G#                       Fm7
metto il tempo in una busta cancellando il prima e il dopo

          Fm                    D#                         G#  Fm7 Cm D#
perche' da protagonista e' da anni che ormai vivo senza scopo         



         Fm              Cm          C#            G#
Me ne frego se sono egoista ma di notte ho paura di me

      F#                   Fm             Cm                D#
meglio essere un protagonista che un fallito fantasma di se'

        A#                    Gm7
Dopo tanta sofferenza ho trovato la mia pace

        Dm                         F
nella vera indifferenza di un Nirvana in controluce

          A#                      Gm7
e' un cadere a capo fitto scomparire finalmente

           Dm                     F
da quest’incubo rifritto della sfiga del perdente

          D#                        Cm7
Non si muore nella vita quasi mai al momento giusto

             Gm                    F
ma non vorrei farla finita prima di provarci gusto

        A#                           Gm7
forse sono un apprendista ma lo ammetto mentre scopo

           Gm                          F                        A#  Gm7 Dm F
come il falco piu' idealista il mio cuore vola in alto senza scopo         




         Gm                 Dm              D#               A#
Me ne frego di quanto mi costa ma ho un bagaglio di sogni con me

         G#9               Gm            Dm                       D
meglio essere un protagonista che inseguire una gioia che non c’e'

         D#                  Dm           Cm               Dm
me ne frego dei vostri miliardi e' lo schifo di questa realta'

          G#                 Gm7           A#                 F                    A# Gm7 Dm A#9
ma sull’albero dei miei ricordi cresce ancora il bisogno di me della mia identita'.          




          A#
Chiuso qui fra quattro mura ricompongo la mia vita

         Dm                     F
correggendo la stesura della sua commedia vuota

          A#
per riuscire a dire basta ed amare prima o dopo

          F9           F                     A#  Gm7 Dm F
perche' da protagonista morirei senza uno scopo         


A# Gm Dm F7 A# Gm Dm7 F A# Gm Dm7 F A# Gm7 Dm F

***

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here