QCNHD – Crims Testo della canzone

Wikitesti.com è la più grande enciclopedia musicale italiana, sul nostro sito oltre i testi delle canzoni potete trovare: traduzioni delle canzoni, accordi per chitarra, spartiti musicali e molto altro.

Il Testo della canzone di:
QCNHD – Crims

{Strofa 1}
Se mi guardi fra l'invidia toccherà anche te
Non posso farne a meno di dire quello che penso e
Di ciò che dici me ne fotto
Tanto dopo ne resti sotto
Sarà un anno che tu perdi
Fra forse un giorno ogni secondo
Ma quanti lividi, quanti graffi
Stai seguendo le orme dei passi
Pensi di arrivare al successo e te torni a casa col taxi
Ma non puoi tornare indietro
Se tu mi segui non ti seguo
Fra se continui ancora tu sbagli
Ma io sbaglierò di meno perché
Ti pare facile andare veloce mentre tutti gli altri provano a fermarti
Prova a copiarmi ma è tardi, tre passi avanti rispetto a voi
Sarete bravi quello che volete
Ma tra qualche mese chi cazzo sarete
Con una villa macchine e assegni
Farete la bella vita ma poi?
Nessuno che si ricorda di voi
Mentre io salgo voi state scendendo
Goditi questo momento, enjoy
Frate ti giuro me lo sto godendo
Tu mi dicevi nemmeno una gioia
Ma adesso ti vedo che piangi in soffitta
Vinco sto gioco non voglio la gloria
Perché la vittoria mia è la tua sconfitta

{Strofa 2}
Mi pulisco dalle vostre voci
No nemici ma niente soci
Frate faccio da solo
Tu giri lo sguardo se poi lo incroci
So che avete paura e so che mi state temendo
Pensi siano brutte storie ma frate mica me le invento
Frate io non faccio scherzi sporco di sangue sopra i vestiti
Ogni barra ne sputo in parte della rabbia che ora ci ha uccisi
Tu non sai quello che ho subito
Te l'ho detto e ancora sorridi
Pensi che mi freghi qualcosa
Della vita tua e dei tuoi amici
Parlami ancora dei finti problemi, della finta vita fuori dagli schemi
Perché ti lamenti del mare di merda in cui vivi se rimani zitto e ci remi
Prima ci odiavi e ora preghi
Ma me lo spieghi, cosa ti cambia
Tu lo sapevi sarebbe finita anche se la salita qua è appena iniziata
Io non mi fermo alla prima stronzata
Al massimo avanzo perché dei pericoli
Ne ho già abbastanza e spero
Di vivere un sogno fuori dalla stanza è vero che
Io sono quello sfigato se c'erano posti venivo invitato
Ma finalmente a casa restavo
E non mi segavo, scrivevo versi
Sono il più deciso ma se non spacco ora mi uccido
La prendo molto alla leggera ma basta poco e sei finito
Mangio rap a pranzo e cena ma questo non l'ho digerito
Se faccio a fette col microfono anche il tuo rapper preferito, ah!

Ecco una serie di risorse utili per Crims in costante aggiornamento

Pubblica i tuoi Testi!
Contattaci: [email protected]

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *