Quand riva ‘l cald

I Testi di tutte le canzoni del Festival di Sanremo 2020
TUTTE LE CANZONI DI SANREMO 2020

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Quand riva 'l cald di Ivan Della Mea

Canzoni Milanesi

Quand riva ‘l cald, mi riessi no a dormì
e troeuvi pu la strada de ‘ndà a cà,
riva la nott e mi son an’mò in gir
piazza del Domm, Lorett de chi e de là.

Cosa te diset (se te frega a ti? )
Speta compagno, mi voeuri cuntà
quel che gh’hoo vist, speta, l’alter dì
cioè l’altra nott e tant per no sbajà.

Sagrat del Domm, la vuna, giò per terra
gh’è un giuinott de quej consciaa a l’artista
che scriv tranquill: «Sia guerra alla guerra».
Cosa te diset? A sì, a l’è un trotskista.

Quand l’ha finii l’è ‘ndaa ‘rcivescovado,
g’ha scritt sul mur: «Padroni al macello».
bel ciar e nett, ma ti cosa te diset?
Ah sì, l’è vun del grupp Falce e Martello.

L’è tornaa indree fino in Tommaso Grossi
là ‘ndove ‘l tram el svolta giò a sinistra.
Perché te ridet? Ah sì. Quaderni Rossi,
eh già, ‘l g’ha scritt: «No al centro-sinistra!»

Mes’ora a pee, Milan l’è on gran paes;
l’ha tiraa el fiaa domaa in Piazza Argentina;
fiadi anca mi lu ‘l scriv: «Viva la Cina».
Tas lì, ho capìi, quel lì a l’è on cines.

Metes d’acord: alora l’è un trotskista
oppure vun del grupp Falce e Martello,
magari anca dei Quaderni Rossi,
Classe Operaia, cines o stalinista…

La verità, compagni, (e questo è il bello ! )
quel giuin là, è solo comunista…

Dare etichette è sempre da coglioni,
chi ci guadagna poi sono i padroni,
a meno che il gioco sia finito,
e allora ci guadagna anche il Partito.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

     
              Do                      La-
Quand riva 'l cald, mi riessi no a dormì
          Re                     Sol
e troeuvi pu la strada de 'ndà a cà,
        Do                     La-
riva la nott e mi son an'mò in gir
           Re                       Sol
piazza del Domm, Lorett de chi e de là.

Cosa te diset (se te frega a ti? )
Speta compagno, mi voeuri cuntà
quel che gh'hoo vist, speta, l'alter dì
cioè l'altra nott e tant per no sbajà.

Sagrat del Domm, la vuna, giò per terra
gh'è un giuinott de quej consciaa a
[l'artista
che scriv tranquill: «Sia guerra alla
[guerra».
Cosa te diset? A sì, a l'è un trotskista.

Quand l'ha finii l'è 'ndaa 'rcivescovado,
g'ha scritt sul mur: «Padroni al macello».
bel ciar e nett, ma ti cosa te diset?
Ah sì, l'è vun del grupp Falce e Martello.

L'è tornaa indree fino in Tommaso Grossi
là 'ndove 'l tram el svolta giò a
[sinistra.
Perché te ridet? Ah sì. Quaderni Rossi,
eh già, 'l g'ha scritt: «No al
[centro-sinistra!»

Mes'ora a pee, Milan l'è on gran paes;
l'ha tiraa el fiaa domaa in Piazza
[Argentina;
fiadi anca mi lu 'l scriv: «Viva la Cina».
Tas lì, ho capìi, quel lì a l'è on cines.

Metes d'acord: alora l'è un trotskista
oppure vun del grupp Falce e Martello,
magari anca dei Quaderni Rossi,
Classe Operaia, cines o stalinista...

       Re 
La verità, compagni,
              Sol
e questo è il bello!
           Re
quel giuin là,
           Sol
è solo comunista...

Dare etichette è sempre da coglioni,
chi ci guadagna poi sono i padroni,
a meno che il gioco sia finito,
e allora ci guadagna anche il Partito.

I Testi di tutte le canzoni del Festival di Sanremo 2020
TUTTE LE CANZONI DI SANREMO 2020

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here