Questo inferno rosa

Album

È contenuto nei seguenti album:

1973 Il nostro caro angelo

Testo Della Canzone

Questo inferno rosa di Lucio Battisti

(di MogolLucio Battisti)

Non ferirmi, no, non farlo mai più.
I baci tranquillizzanti mi buttano giù.

Tu vuoi mostrare a tutti l’amore che c’è fra noi,
una medaglia al valore che da sola ti dai.

Adesso che hai una casa, un uomo e una reputazione,
padrona, padrona anche del tuo padrone.

Vorresti che ti seguissi nel goder con distinzione di tutti i frutti della vita,
quasi, quasi compresi quelli colti da altre dita.

No, non sei più tu…

E la memoria impertinente mi riporta là,
a una ragazza fra la gente smagliante di libertà.

Le parolacce, le risate, le corse e poi tu mia;
se fossi un altro uomo direi: “Poesia”.

E quando con un salto tu sei piombata tra le braccia mie,
ti sei spogliata senza trovare né scuse, né bugie.

E quando per scherzare dissi: “Quanto vuoi?”
Tu rispondesti seria: “L’amor che puoi!”.

La disinvoltura che adesso tu hai,
ha come radici gli spiccioli miei.

Le mura di un castello hai alzato intorno a noi
e olio bollente sugli altri getti oramai.

Scegliendo i nostri amici un computer di venti per l’occasione
e chi hai scartato per te è un barbone.

Mi offri la fedeltà su un piatto decorato da mille attenzioni,
come dire: “Hai comprato e ora godi le tue prigioni!”

Vola la mia mente a qualche anno fa,
a un’esplosione dirompente di vitalità.

A quando, per punir quel moralista dell’ultimo piano,
tu improvvisamente gli mostrasti il seno!

E quando, ancor piangendo per l’emozione, tu
cantando Fratelli d’Italia, gridasti: “Io non ti lascio più”.

E la violenza con la quale mi abbracciasti un giorno,
un giorno quando non conoscevo questo rosa inferno.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

   
Am C G G9 D Am D9 D Am C G G9 D Am D9 D

Am          C                     G
Non ferirmi no, non farlo mai più.

  D               Am                   D
I baci tranquillizzanti mi buttano giù.

Am               C               G
Tu vuoi mostrare a tutti l'amore che c'è fra noi,

    D                  Am           D
una medaglia al valore che da sola ti dai.

Am             Am7                 G9             G
Adesso che hai una casa un uomo e una reputazione,

D                  Am                  D
padrona, padrona anche del tuo padrone.

Am                       C                   G
vorresti che ti seguissi nel goder con distinzione

                             D
di tutti i frutti della vita quasi quasi

         Am                      D C9
compresi quelli colti da altre dita

G Bsus4 Em Am7 C6


D          Em    Am7 B
No non sei più tu    

Em                                     Am7 Am
E la memoria impertinente mi riporta là    

D             B7
a una ragazza tra la gente smagliante di libertà.

Em                                    A7    A
Le parolacce le risate le corse e poi tu mia

B           Bsus4
se fossi un altro uomo direi: poesia.

Em                                        Am7           Am
E quando con un salto tu sei piombata tra le braccia mie

D                   B                     Em
ti sei spogliata senza trovar né scuse né bugie

                                   A7    A
e quando per scherzo dissi "Quanto vuoi?"

B                                       Em G Em Gm
Tu rispondesti seria "L'amor che puoi!".        

Am              C             G
La disinvoltura che adesso tu hai

D                  F              D
ha come radici gli spiccioli miei.

Am                  C               G
Le mura di un castello hai alzato intorno a noi

D               F                      D
e olio bollente sugli altri getti ormai

Am                  C                    G
scegliendo i nostri amici un computer di venti per l'occasione

D                  F                  D
e chi hai scordato per te è un barbone

Am                      C                G
mi offri la tua fedeltà su un piatto decorato di mille attenzioni

D                       F                    D
come dire "hai comprato e ora godi le tue prigioni!"

F FM7 D F D C9 G Bsus4


Em                               Am7  Am
Vola la mia mente a qualche anno fa   

D             B                        Em7
a una esplosione dirompente di vitalità

Em                             A7                   A9
a quando per punire quel moralista dell'ultimo piano

B
tu improvvisamente gli mostrasti il seno!

Em                              C6
E quando ancor piangendo per l'emozione tu

D              B7                          Em
cantando Fratelli d'Italia gridasti non ti lascio più

                                              A7
e la violenza con la quale mi abbracciasti un giorno,

B                    Bsus4
un giorno quando non conoscevo questo rosa inferno. 

Bsus4 Em C6 Am D B Em7 Em A7 A B Em D7 Bm7 D6 Am7 

E CM7 D Em7 Em Am7 D B7 Em7 Em A7 B7

***



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here