Sette di sera

Album

È contenuto nei seguenti album:
1975 Il mondo di frutta candita

Testo Della Canzone

Sette di sera di Gianni Morandi

( FossatiPrudente)

Sette di sera lavoro finito

viola tramonto giorno passato

grande canzone di confusione

metropolitana, centomila persone

tornare a casa, no

poco piu’ tardi e sto pensando che

una vita e’ forse troppo da passare con te

nove di sera ed ho fiducia in me

un uomo da solo sa dove andare

hei voglio bere non farmi aspettare

quasi mezzanotte e non mi va di tornare

donna non mi aspettare

non ti voglio vedere

per questa notte no

poco piu’ tardi e sono in dubbio se

è stanchezza o è gia voglia di tornare da te

in strada fa freddo

pero’ stanotte

se una ragione c’è

per restare qui

è un sentimento notturno e strano

che mi porta lontano

finira’ con la notte

se una ragione c’è

quattro del mattino poco da segnalare

niente da scoprire ma continuo ad andare

si accende una luce

passa l’uomo del pane

sento il fischio di un treno

niente di strano

le quattro o poco piu’

e alle luci dell’alba sono certo che

la stanchezza lascia il posto al desiderio di te

in strada fa freddo

pero’ stanotte

non c’è ragione per me

per restare di piu’

un sentimento notturno e strano

puo’ portare lontano

ma finisce la notte

e persino a te

non diro’ di piu’

inventero’ un contrattempo banale

che non faccia star male

ho lavorato stanotte

e non diro’ di piu’

non diro’ di piu’.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here