Sogno – Massimo Di Cataldo

Introduzione

Indice

Album

È contenuto nei seguenti album:
1995 Siamo nati liberi

Testo Della Canzone

Sogno – Massimo Di Cataldo di Massimo Di Cataldo

Stringi le mie mani, tutto ricomincerà

primavera e poi bambini io e te

l’aria sa di libertà, di malinconia

l’estate allunga i giorni e poi

adulti siamo ormai

e un amore un po’ più grande cresce in noi

Stringi le mie mani più che puoi

ieri e già domani e non lo sai

cambia in fretta il mondo intorno a noi

ma non ci divideremo mai

Poi lavoreremo e l’autunno pioverà
qualche lacrima più forza ci darà
e quando verrà inverno fuori
la vita appassirà
cercheremo un’ altra primavera in noi

Stringi le mie mani più che puoi
ieri e già domani e non lo sai
cambia in fretta il mondo intorno a noi
ma non ci divideremo mai

E quando scenderà la notte ci stringeremo a lei

e sopravviveremo dopo noi

dentro chi si incontrerà e quel sogno rivivrà

è la storia della vita finche vita ci sarà

Stringi le mie mani più che puoi

ieri e già domani e non lo sai

cambia in fretta il mondo intorno a noi

ma non ci divideremo mai

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here