Un giorno così

Album

È contenuto nei seguenti album:

1996 La dura legge del gol

Testo Della Canzone

Un giorno così di 883

(Max Pezzali)

* MaxPezzali – 2005 Tutto Max

Scorre piano piano
la statale cinque due sei
passa posti che io mai e poi mai
avrei pensato fossero cosi’
ancora come quando qui il cinquantino
mi portava via dai guai
invece di svoltare a scuola
andava giu’ alla ferrovia
due minuti di paura
poi pronti via poi pronti via
la mia moto scorre piano
sulla cinque due sei
attraversa dei profumi che poi
un metro dopo non li senti piu’
io respiro e mando giu’
prima di perderli che non si sa mai
da lontano un’altra moto
sta venendo verso me
alza il braccio fa un saluto
che bello e’ che bello e’
mi fa sentire che basta un giorno cosi’
a cancellare centoventi giorni stronzi
e basta un giorno cosi’
a cacciarmi via tutti gli sbattimenti
che ogni giorno sembran sempre di piu’
ogni giorno fan paura di piu’
ogni giorno pero’ non adesso
adesso adesso che c’e’ un giorno cosi’
instrumental
la mia moto scorre piano piano
fino in citta’
il sole tra non molto tramontera’
mi fermo al rosso del semaforo
che mi da’ tempo ancora un po’
prima che la moto torni al suo garage
il bambino su quell’auto
guarda indietro e vede me
alza il braccio e fa un saluto
che bello e’ che bello e’
mi fa sentire che basta un giorno cosi’
a cancellare
centoventi giorni stronzi
e basta un giorno cosi’
a cacciarmi via tutti gli sbattimenti
che ogni giorno sembran sempre di piu’
ogni giorno fan paura di piu’
ogni giorno pero’ non adesso
adesso adesso che c’e’ un giorno cosi’

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

   
INTRO:  A      F#m   E   D       E4   E  (2 volte)

       A                      D
Scorre piano piano la statale cinque due sei
      A                      D
passa posti che io mai e poi mai
              A
avrei pensato fossero cosi
       D
ancora come quando qui
          A                             D
il cinquantino mi portava via dai guai
         E                F#m
invece di svoltare a scuola
       E                  F#m
andava giu' alla ferrovia
      G          D
due minuti di paura
               E
poi pronti via    (poi pronti via)

La mia moto scorre piano sulla 526
attraversa dei profumi che poi
un metro dopo non li senti piu'
io respiro e mando giu'
prima di perderli che non si sa mai
da lontano un' altra moto
sta venendo verso me
alza il braccio fa un saluto
che bello e'  (che bello e')
mi fa sentire che

A                     F#m
  Basta un giorno cosi
  E     D                E4     E
a cancellare centoventi giorni stronzi e
A                     F#m
  basta un giorno cosi
E      D                       E          D
a cacciarmi via tutti gli sbattimenti che
        F#m         E             D
ogni giorno sembran sempre di piu'
        F#m       E          D
ogni giorno fan paura di piu'
        F#m             E
ogni giorno pero'non adesso adesso adesso
    D
che c'e' un giorno cosi


La mia moto scorre piano piano fino in citta'
il sole tra non molto tramontera'
mi fermo al rosso di un semaforo
che mi da tempo ancora un po'
prima che la moto torni al suo garage
Il bambino su quell' auto
guarda indietro e vede me
alza il braccio e fa un saluto
che bello e'  (che bello e')
mi fa sentire che

Basta un giorno cosi
a cancellare centoventi giorni stronzi e
basta un giorno cosi
a cacciarmi via tutti gli sbattimenti che
ogni giorno sembran sempre di piu'
ogni giorno fan paura di piu'
ogni giorno pero'non adesso adesso adesso
che c'e' un giorno cosi

OUTRO: A      F#m   E   D       E4    E
       A      F#m   E   D       F#m   E
       D      F#m       E         D E A

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here