Un sabato italiano

Album

È contenuto nei seguenti album:

1983 Un sabato Italiano
1985 No smoking
1987 Ne approfitto per fare un pò di musica
1991 Swing & Soda
1998 Cocktail
2009 La notte è un pazzo con le mèches (Live)

Testo Della Canzone

Un sabato italiano di Sergio Caputo

Il fetido cortile
ricomincia a miagolare

L’umore è quello tipico
del sabato invernale

La radio mi pugnala
con il festival dei fiori

Un angelo al citofono
mi dice vieni fuori

Giù in strada per fortuna
sono ancora tutti vivi

L’oroscopo pronostica
sviluppi decisivi

Guidiamo allegramente
è quasi l’ora delle streghe

C’è un aria formidabile
le stelle sono accese

E sembra un sabato qualunque,
un sabato italiano

Il peggio sembra
essere passato

La notte è un dirigibile
che ci porta via
lontano

Così ci avventuriamo
nella Roma felliniana

Equilibristi in bilico
sul fine settimana

E sulle immagini di sempre
nei discorsi e nei pensieri

Dilaga anacronistica
la musica di ieri

Malinconia latente
nei momenti più felici

Abissi imperscrutabili
le donne degli amici

E questa storia imprevedibile
d’amore e dinamite

Mi rende tollerabile
perfino la gastrite

E in questo sabato qualunque,
un sabato italiano

Il peggio sembra essere passato

La notte è un dirigibile
che ci porta via lontano
E adesso navighiamo
dentro un sogno planetario

Il whisky mi ritorna su
divento letterario

Ma perché non vai dal medico,
e che ci vado a fare

Non voglio mica smettere
di bere e di fumare

E in questo sabato qualunque,
un sabato italiano

Il peggio sembra essere passato

La notte è un dirigibile
che ci porta via lontano

E in questo sabato qualunque,
un sabato italiano

Il peggio sembra essere passato

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
G6 E9 Am7 D7 G7+ E9 Am7 D7
   Am7                D7
Il fetido cortile ricomincia a miagolare
   G              D5+        G           E7
L'umore e' quello tipico del sabato invernale
   Am7                     D7
La radio mi pugnala con il festival dei fiori
   G           Em7       Am7         D7
Un angelo al citofono mi dice vieni fuori

          Am7                      D7
Giu' in strada per fortuna sono ancora tutti vivi
    G          D5+        G         E7
L'oroscopo pronostica sviluppi decisivi
     Am7                         D7
Guidiamo allegramente e' quasi l'ora delle streghe
        G          Em7        Am7          D7
C'e' un aria formidabile le stelle sono accese

            G         Em7        Am7        D7
E sembra un sabato qualunque, un sabato italiano
   G7+          Em7        Am7   Am6
Il peggio sembra essere passato  
   Bm                     Em           Am        D7
La notte e' un dirigibile che ci porta via    lontano

   Am7                       D7
Cosi' ci avventuriamo nella Roma felliniana
   G              D5+       G         E7
Equilibristi in bilico sul fine settimana
           Am                      D7
E sulle immagini di sempre nei discorsi e nei pensieri
   G          Em7        Am7       D7
Dilaga anacronistica la musica di ieri

     Am7                  D7
Malinconia latente nei momenti piu' felici
   G             E7        G            E7
Abissi imperscrutabili le donne degli amici
           Am                     D7
E questa storia imprevedibile d'amore e dinamite
    G          Em7        Am7        D7
Mi rende tollerabile perfino la gastrite

            G         Em7        Am7        D7
E in questo sabato qualunque, un sabato italiano
   G7           Em7        Am7   Am6
Il peggio sembra essere passato  
   Bm                     Em           Am        D7
La notte e' un dirigibile che ci porta via    lontano

G Em9 Em9 Am7 D6 D9m Bm7 E7 Am7 D6
    Am7                        D7
E adesso navighiamo dentro un sogno planetario
    G           D5+        G          E7
Il whisky mi ritorna su divento letterario
        Am                         D7
Ma perche' non vai dal medico, e che ci vado a fare
      G           Em7        Am7         D7
Non voglio mica smettere di bere e di fumare

            G         Em7        Am7        D7
E in questo sabato qualunque, un sabato italiano
   G7           Em7        Am7   Am6
Il peggio sembra essere passato  
   Bm                     Em           Am        D7
La notte e' un dirigibile che ci porta via    lontano

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here