Un storia come questa

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Un storia come questa di Adriano Celentano

Mi dicevano gli amici “apri gli occhi quella donna non ti sposa per amore”

“finge un bene che non prova pensa solo a sistemarsi” mi dicevano gli amici
Io con loro mi arrabbiavo tutti porci li chiamavo, come no

Voi parlate per invidia non vedete che e’ sincera e anche se
Anche se lei mi sposasse per i soldi cosa importa a voi?
Ma cos’ avete dentro il cuore?, begli amici mi ritrovo

Voi parlate e non capite, non m’importa del suo amore

A me basta che rimanga una vita insieme e me

Io l’amo tanto e l’amero

Le piacevano i gioielli, le pellicce di visone, le piacevano i regali

Alla lunga i suoi capricci mi asciugavano le tasche e rimasi senza soldi

Lei mi dice “cosa aspetti? vuoi mandarmi sulla strada? pensa un po’

L’uomo furbo rischia grosso, tenta un colpo e gli va bene ma pero’
Mi ando’ male il colpo gobbo una ruota in curva mi scoppio
E mentre mi portavan via c’era un uomo alle sue spalle

Si faceva accompagnare mentre mi portavan via

Io guardavo le sue mani che stringevano altre mani

E dal mio pianto non si volto’

Stare dentro e’ un inferno, uno pensa a tante cose, mi prudevano le mani

Ma il mio cuore traboccava di un amore senza fine, la volevo perdonare

Finalmente sono fuori, lei mi dice delinquente proprio a me

Li’ per li’ non c’ho piu’ visto, l’ho afferrata per la gola e sempre piu’
La stringevo forte e gli occhi suoi sembravano piu’ grandi
E mentre mi portavan via eran bianche le sue mani

Era fredda la sua pelle, io guardavo e non capivo

Mentre mi portavan via eran mani le sue bianche

Era pelle la sua fredda, c’era il treno sulla nebbia

E mentre mi portavan via c’era nebbia sulla fredda

Era treno la sua bianca, la maestra mi picchiava

E mentre mi portavan via mi picchiava la maestra

Treno pelle bianca nebbia, la maestra sulla fredda…

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

   
LAm						     REm	         LAm
Mi dicevano gli amici “apri gli occhi quella donna non ti sposa per amore”
						         REm	 LAm
“finge un bene che non prova pensa solo a sistemarsi” mi dicevano gli amici
REm
Io con loro mi arrabbiavo tutti porci li chiamavo, come no
						      MI
Voi parlate per invidia non vedete che e' sincera e anche se
Anche se lei mi sposasse per i soldi cosa importa a voi?
Ma cos’ avete dentro il cuore?, begli amici mi ritrovo
            LAm
Voi parlate e non capite, non m’importa del suo amore
            MI
A me basta che rimanga una vita insieme e me
		       LAm
Io l’amo tanto e l’amero
					       REm	           LAm
Le piacevano i gioielli, le pellicce di visone, le piacevano i regali
						 REm	    LAm
Alla lunga i suoi capricci mi asciugavano le tasche e rimasi senza soldi
REm
Lei mi dice “cosa aspetti? vuoi mandarmi sulla strada? pensa un po’
							 MI
L’uomo furbo rischia grosso, tenta un colpo e gli va bene ma pero'
Mi ando' male il colpo gobbo una ruota in curva mi scoppio
E mentre mi portavan via c’era un uomo alle sue spalle
         LAm
Si faceva accompagnare mentre mi portavan via
              MI
Io guardavo le sue mani che stringevano altre mani
		              LAm
E dal mio pianto non si volto'
						      REm	          LAm
Stare dentro e' un inferno, uno pensa a tante cose, mi prudevano le mani
						    REm	          LAm
Ma il mio cuore traboccava di un amore senza fine, la volevo perdonare
REm
Finalmente sono fuori, lei mi dice delinquente proprio a me
						             MI
Li' per li' non c’ho piu' visto, l’ho afferrata per la gola e sempre piu'
La stringevo forte e gli occhi suoi sembravano piu' grandi
E mentre mi portavan via eran bianche le sue mani
         LAm
Era fredda la sua pelle, io guardavo e non capivo
              MI
Mentre mi portavan via eran mani le sue bianche
        LAm
Era pelle la sua fredda, c’era il treno sulla nebbia
	 MI
E mentre mi portavan via c’era nebbia sulla fredda
         LAm
Era treno la sua bianca, la maestra mi picchiava
	 MI
E mentre mi portavan via mi picchiava la maestra
            LAm
Treno pelle bianca nebbia, la maestra sulla fredda...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here