Vertigine – Raf

Album

È contenuto nei seguenti album:
2011 Numeri

Testo Della Canzone

Vertigine – Raf di Raf

Ultimo piano di quel grattacielo di plastica
Così alto che è estate eppure nevica
Trovo le luci accese
Dove sei, mi aspetti, sei andata via
Devi prendere ancora qualcosa
Prendi pure me
Mettimi tra i tuoi ricordi e ci sarò
Se un giorno ti mancassi un po’
Io lo farò

Quante tempeste di emozioni
Più del nostro tempo insieme
Incurante io potrei lasciarmi andare
E cadere nel vuoto senza farmi male
Ma mi accorgo che senza di te
Il vuoto è una vertigine

Come i negozi è chiuso anche il sole domenica
Siamo in piena estate ma in questa casa nevica
Ecco perché il tempo è solo un’invenzione stupida
Tu continui a piovermi nell’anima
E nessun rifugio mi riparerà

Quante tempeste di emozioni
Più del nostro tempo insieme
Incurante io potrei lasciarmi andare
E cadere nel vuoto senza farmi male
Ma mi accorgo che senza di te
Sono vulnerabile dentro una vertigine
Dentro una vertigine senza di te

Incurante io potrei lasciarmi andare
E cadere nel vuoto senza farmi male
Ma mi accorgo che senza di te
Sono vulnerabile dentro una vertigine
Dentro una vertigine senza di te senza di te

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here